Come conservare frutta e verdura
03/09/2017

STAGIONALITA’: 5 MOTIVI PER SCEGLIERE FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE.

 

Mangiare frutta e verdura di stagione vuol dire rispettare l’equilibrio dell’uomo e l’armonia tra l’uomo e l’ambiente.

Stagionalità è una parola quasi abusata e da regola è diventata eccezione perchè ormai siamo abituati ad avere tutti i prodotti ortofrutticoli durante tutto l’arco dell’anno.

Ci sono delle differenze considerevoli tra le produzioni stagionali e le produzioni non stagionali.

 

I prezzi

Frutta e verdura di stagione costano meno. Per avere alcuni prodotti tutto l’anno è necessario forzare le colture. In inverno se vogliamo produrre dei pomodori dobbiamo coltivarli all’interno delle serre riscaldate che riproducono artificialmente la temperatura adatta per la crescita delle piante. Per riscaldare le serre i costi di produzione salgono e di conseguenza anche il prezzo di vendita aumenta.

Meno pesticidi

Aumentare la temperatura all’interno di una serra per far crescere ortaggi fuori stagione molte volte non basta. Le piante che sono costrette a crescere fuori stagione sono sottoposte ad una forzatura che le rende più deboli e non in grado di difendersi dai parassiti , per tale ragione sono maggiormente trattate con pesticidi o altre sostante chimiche.

Più sapore

Il profumo e l’aroma della frutta e verdura locale e di stagione è inconfondibile perchè si tratta di prodotti che sono lasciati maturare sulla pianta, il loro futuro non prevede giorni di viaggio per giungere a casa nostra durante i quali, se staccati dalla pianta al momento giusto, potrebbero maturare troppo per poi essere messi in commercio.

Pessima impronta ecologica

I prodotti fuori stagione o sono prodotti in serra o viaggiano per chilometri. Per riscaldare le serre si utilizzano grandi quantità di energie non rinnovabili, spesso provenienti da combustibili fossili. I prodotti utilizzati per trattare le piante si accumulano nel terreno. In fin dei conti la produzione di ortaggi fuori stagione è inquinante e a farne le spese è sempre il nostro pianeta!

Più vitamine

In inverno per produrre pomodori o zucchine si può raggiungere all’interno della serra la temperatura ottimale per la crescita della pianta ma comunque cambia il fotoperiodo, il sole è meno intenso rispetto all’estate e questa differenza di intensità causa la perdita di alcune proprietà organolettiche. Se i prodotti fuori stagione devono per di più affrontare dei lunghi viaggi per giungere sulle nostre tavole la situazione peggiora ulteriormente perchè più siamo lontani dal momento del raccolto meno vitamine conteranno, perchè le vitamine si degradano facilmente col passare del tempo.

 

La natura non lascia niente al caso!

 

La stagionalità è il meccanismo col quale la natura viene incontro alle esigenze del nostro organismo. Si pensi alla frutta e verdura del mese di Marzo e di Aprile, sono prodotti che hanno la proprietà di depurare il nostro organismo che ha accumulato tossine durante il periodo invernale.

In estate la frutta è ricca di acqua, sali minerali e vitamine che il nostro organismo, provato dal caldo, ha necessità di reintegrare continuamente. Poi arriva l’autunno e l’inverno, vitamine e sali minerali vengono immagazzinati attraverso la frutta secca che si conserva nel tempo.

 

Come possiamo rispondere alla domanda “perchè mangiare frutta e verdura di stagione?”

In fin dei conti la risposta è solo una, la natura non fa mai niente per caso, è difficile far di meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCOPRI COME FUNZIONA